Entra nell'Archivio Hacker Kulkture

lunedì, novembre 21, 2005

PC A 100 DOLLARI PER I PAESI DEL TERZO MONDO

Elvex, in uno dei suoi ultimi commenti, mi ha chiesto se avevo sentito parlare di PC a 100 dollari per i paesi del terzo mondo. Sì. Ne ho sentito parlare. Credo addirittura di aver letto qualcosa a riguardo, ma senza molta attenzione. Certe notizie mi lasciano, da un pò di tempo, sempre molto indifferente, soprattutto quando coinvolgono più che i paesi del terzo mondo, affermatissime aziende. Questo non vuol dire che non nutro la speranza che qualcosa possa cambiare sul serio, ma sono cauta e sempre critica. Grazie ad Elvex, però, ho deciso di approfondire meglio...
Qui di seguito alcuni link per chi la notizia non l'avesse ancora letta:

*Corriere della sera - Scienza e tecnologia > qui

*Punto-Informatico > qui

*L'Espresso > qui

Cito inoltre Dotcoma *:o) :
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
18.11.05
100 dollari
Se 100 dollari per un portatile sembrano pochi, Thomas mi segnala che in Tanzania 1 euro è quella moneta il cui valore unitario equivale alla fatica di un bambino africano di 5 anni che trasporta 810 kg di mattoni percorrendo complessivamente 90 km, di cui 45 con 9 kg sulla testa.Per guadagnarsi un laptop da 100 dollari, un bambino deve quindi trasportare 8 tonnellate di mattoni per 900 km… Mi chiedo: e dove lo trova poi il tempo per studiare e usare il portatile?
Pare che anche la Cina, l’Egitto e il SudAfrica abbiano manifestato grande interesse per il laptop presentato da Negroponte. Molto bene. Per i Paesi più poveri come la Tanzania, però, devono essere i Paesi ricchi a fare qualcosa. Cosa aspetta Prodi a promettere di aiutarli acquistando al doppio o al triplo del prezzo 1 milione di portatili per i bambini italiani delle scuole elementari?
Leggi anche: Bangkok Post - Folha Online - Wired
Massimo Moruzzi, 10:42 trackback [1]

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

6 Comments:

At 5:30 PM, Anonymous Anonimo said...

.......infatti non verrà venduto ai bimbi direttamente ma agli stati!!!

 
At 6:44 PM, Blogger DaMe` said...

E gli Stati in che modo li faranno arrivare ai bambini?

 
At 6:07 PM, Anonymous zeta said...

gli stati nn li daranno mai ai bambini, nei paesi del terzo mondo non
ci sono computer neanche nella maggior parte degli uffici governativi, li metteranno li, secondo me.....

 
At 7:11 PM, Blogger DaMe` said...

Purtroppo...è quel che temo anche io...Però sarebbe interessante saperne di più...

 
At 9:29 PM, Anonymous Anonimo said...

già...mi sa che purtroppo non ci resta che "vedere" come andrà a finire....
se poi aggiungiamo che in paesi come l'eritrea ad esempio una connessione wireless costa 800$ amerikani al mese,mi domando chi potrà permettersi l'accesso ad internet quand'anche gli fosse dato un pc......

 
At 12:05 AM, Blogger DaMe` said...

Allora a questo punto vorrei capire meglio. Se questi pc non potranno essere sfruttati, se questi pc verranno dati agli Stati e messi lì a giacere da qualche parte...chi ci guadagna in tutto questo? Se non ci guadagnano i bambini e i paesi del terzo mondo, a chi fa comodo questa manovra?

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home