Entra nell'Archivio Hacker Kulkture

sabato, dicembre 17, 2005

EGO TRA GRATIFICAZIONE E STIMOLAZIONE


Per quanto riguarda l'ego-gratificazione di cui si parlava nel post precedente...non so... non capisco...Ma che c'è di male ad ego-gratificarsi? :-)
Se uno si ego-gratifica e basta, senza produrre niente di utile soprattutto a livello sociale allora, forse, può sembrare anche narcisista. Ma se io produco, produco non solo per me stesso ma anche per la comunità che è intorno a me, se sono sinceramente proiettato a migliorare questa realtà, che c'è di male se il mio ego è contento e gratificato dei buoni risultati conseguiti?
Spesso mi capita di dire...IO non sono in competizione con TE...e cosa intendo dire? Semplicemente che IO sono in competizione con ME STESSA (ed lo sono davvero, giuro!). Ora sei IO/ME ha lottato, lavorato, si è sforzato, ha tanto studiato, riflettuto e ha anche un pò pagato sulla propria pelle tutto questo lotta, lavoro, sforzo, riflessione, semmai senza guadagnarci un cavolo, al solo fine di produrre una buona cosa di cui andare orgoglioso anche perchè rende felice molta altra gente, migliora la vita di altri, che c'è di male se IO/ME è gratificato?
Nella scena-demo si usa un termine, o per lo meno si usava anni fa. Questo termine è ego-stimolazione. Ecco la gratificazione non è necessariamente una cosa negativa...potrebbe anche servire a stimolare l'IO a produrre ancora e soprattutto meglio. Inoltre...quando l'EGO è contento, quando l'EGO sta bene con se stesso, si relaziona meglio con gli altri EGO, con gli altri ME. E quando EGO sta bene con ME, i ME stanno bene con i ME e gli EGO con gli EGO perchè mai la realtà non dovrebbe essere migliore?
Forse, nella società, dovrebbero esserci più occasioni di ego-gratificarsi e si camperebbe meglio. Invece, non solo ti tocca, ad esempio, lavorare per 4 soldi e non arrivi alla fine del mese, non solo sei poverissimo e fai un lavoro che non ti piace, ma quando ti capita di fare un lavoro che ti piace sei poco gratificato da chi ti ha assunto. Chi ti ha assunto fa in modo da non farti capire o da farti dimenticare che quel lavoro tu lo fai bene perchè lo fai con passione .... Non vuole che tu consideri quel lavoro il TUO lavoro, perchè quel lavoro è SUO. E' grazie a lui che fai un lavoro che ti piace e quindi, quando e come può, ti umilia. Crede di tenerti in pugno. Non lasceresti mai il lavoro che ti piace in un tempo/spazio in cui è difficile trovarne anche mezzo che ti dia da sopravvivere.
Così è qua giù...
Che tristezza!!!!!

1 Comments:

At 9:34 AM, Anonymous ErMeS said...

Credo che nel post precedente si possa evidenziare un atteggiamento abbastanza squallido, cioè microsoft ha commissionato una squadra di esperti per trovare delle pecche nella comunità open source. Queste pecche in realtà non esistono (l'ego-gratificazione NON è una pecca) dato che questa comunità gira perfettamente e soprattutto rappresenta e divulga una morale non da poco: il diritto all'indipendenza e quindi alla libertà personale. Ora, questi investigatori privati (chiamiamoli così) si sono appellati al narcisismo con l'unico scopo di sminuire la comunità OS agli occhi del resto del mercato. In effetti questo atteggiamento atto da Microsoft prende il nome di CONCORRENZA SLEALE, il che è molto grave soprattutto se fatto da una grande lobby di questo tipo. E come ha detto Dame` nel post, l'ego-gratificazione non è una pecca, anzi... è solo uno stimolo a produrre di più e meglio. Quindi se un solo sviluppatore alza i suoi standard di produzione, automaticamente ne trarrà beneficio tutta la comunità. Questa è la filosofia Open Source!!!

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home